Applicazioni iPad per la gestione della classe
 

Corso di formazione “Il disagio mentale in adolescenza: un dialogo tra neuropsichiatria e scuola”

gen 30

Corso di formazione “Il disagio mentale in adolescenza:  un dialogo tra neuropsichiatria e scuola”

E’ in preparazione presso l’Unità Territoriale dei Servizi – Necessità Educative Speciali il corso di formazione: “Il disagio mentale in adolescenza: un dialogo tra neuropsichiatria e scuola”. Il corso sarà strutturato in due incontri che si terranno presumibilmente verso la metà di febbraio, le date precise saranno comunicate su vocescuola nei prossimi giorni. Anche in questo caso l’iscrizione si effettuerà on-line e verranno accettati i primi 90 iscritti.

OBIETTIVI DEL CORSO

Negli ultimi anni, su tutto il territorio nazionale, gli operatori del settore sanitario e scolastico, ovvero medici, psicologi, educatori, insegnanti, hanno assistito a un netto aumento delle situazioni di disagio adolescenziale, con un moltiplicarsi di abbandoni scolastici, richieste di ricovero, inserimenti in comunità, passaggi in Pronto Soccorso. Si registrano in particolare patologie distruttive, anoressia, tentativi di suicidio e suicidi ed è ormai acclarato che la complessità della patologia psichiatrica adolescenziale è connessa in gran parte alla disgregazione delle reti sociali di supporto e solidarietà.
Spesso, in assenza di altre figure adulte di riferimento, il docente è l’unico che può riconoscere e affrontare una situazione di grave difficoltà ma, talvolta, i ritmi frenetici della società e della scuola, l’attenzione eccessivamente concentrata sulla didattica e sulle formalità burocratiche, ci distraggono da quell’attenzione verso la “persona”, che è insita nel ruolo stesso dell’insegnante.
Il corso si propone di aiutare l’insegnante a cogliere in tempo e ad interpretare quei segnali che in un adolescente possono indicare un grave disagio e che possono preludere ad una seria patologia. E’ importante infatti che il docente sappia che cosa deve e che cosa può fare qualora si trovi in presenza di gesti che, se ripetuti nel tempo, sono senz’altro da interpretarsi come sintomi di un disagio: assenze sistematiche, isolamento, eccessiva magrezza, vittimismo…

STRUTTURA DELL’ATTIVITA’

  • come “vedere” i cosiddetti “studenti invisibili”, ovvero coloro che si tende a dimenticare perché essi stessi si nascondono e si ritirano, evitando la relazione;
  • come coltivare l’aspetto relazionale con lo studente;
  • come comunicare allo studente il senso effettivo della valutazione, che non è mai un giudizio sulle capacità di una persona;
  • come riconoscere i segnali che possono essere sintomo di una psicopatologia in fieri;
  • come evitare situazioni scatenanti;
  • a quali figure professionali e a quali enti rivolgersi per segnalare e/o gestire situazioni difficili;
  • come costituire una “rete” a protezione dell’adolescente;
  • in cosa consiste la Scuola in Ospedale: funzione e struttura, lavoro d’equipe, complessità organizzativa, modalità d’insegnamento.

DESTINATARI

Dirigenti e docenti delle scuole secondarie di I e II grado, educatori (ca 90 partecipanti)

SEDE

UTS-Nes presso ITSSE “Levi-Arduino”, Via Figlie dei Militari,25 Torino

{lang: 'it'}

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>