Trucchi e segreti per utilizzare Google a scuola – puntata 1
 

AICA: in arrivo Didamatica 2011, il convegno sulle tecnologie informatiche per la didattica – Torino, 4- 6 maggio.

mar 03

Ricevo dell’AICA il seguente comunicato:

AICA: in arrivo Didamatica 2011, il convegno sulle tecnologie informatiche per la didattica

Torino, 4- 6 maggio 2011– Politecnico di Torino
Prorogato al 7 marzo il termine del call for paper per proporre contributi e progetti

Milano, 3 marzo 2011 – Si avvicina l’edizione 2011 di Didamatica (http://didamatica2011.polito.it), il convegno promosso annualmente da AICA – Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico – che si propone di fornire un quadro ampio ed approfondito delle ricerche, degli sviluppi innovativi e delle esperienze in atto nel settore dell’Informatica applicata alla didattica, nei diversi domini e nei molteplici contesti di apprendimento.
Tema centrale della manifestazione, che è da oltre vent’anni punto di riferimento per studiosi, docenti e formatori provenienti dal mondo della Scuola, dell’Università, delle Aziende e degli Istituti di ricerca e formazione pubblici e privati, sarà Insegnare Futuro. Tema cruciale in una stagione in cui competitività e sviluppo sembrano segnare il passo e cresce la consapevolezza del ruolo fondamentale della formazione e della creazione di professionalità per recuperare slancio e per assicurare ai nostri giovani un futuro degno.

Nel contesto del mondo della formazione la tematica proposta ben si coniuga, da un lato, con alcune esigenze derivate dai processi di riordino avviati dal MIUR nella scuola secondaria superiore e nell’Università, e, dall’altro, con le opportunità offerte dalle innovazioni indotte dalle rapide dinamiche di sviluppo delle tecnologie dell’informazione. La convergenza di questi scenari offre spunti di riflessione concernenti il ruolo dell’insegnante e del docente svolto nel quadro dei nuovi paradigmi didattici emergenti. Internet, l’accesso universale multicanale all’informazione, la virtualizzazione degli ambienti, esperiti anche con opportunità di estesa immersione sensoriale, propongono nuove soluzioni per sviluppare spazi interdisciplinari nei quali esercitare insegnamento e apprendimento integrati, declinati con tempi e regole propri dei protocolli dell’interazione sociale.

Didamatica 2011 vede la collaborazione, oltre che del Politecnico di Torino e delle Università degli Studi, A. Avogadro e Scienze Gastronomiche, anche del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), dell’Ufficio Scolastico Regionale e di Confindustria, nazionale e regionale, riconoscendo il rilievo che l’informatica può assumere come strumento e metodo per promuovere l’interdisciplinarietà, la cooperazione finalizzata alla riorganizzazione dell’alta formazione e gli interventi riformatori nella scuola per favorire la diffusione di nuovi paradigmi didattici. In questa situazione si inserisce anche il cambiamento che il recente quadro normativo ha tracciato per l’alta formazione facendo propri gli indirizzi prevalenti in sede comunitaria e internazionale che prevedono la realizzazione, in parallelo ai percorsi universitari, degli Istituti Tecnici Superiori, collocati al livello V del Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF).

L’esperienza accumulata nell’organizzazione delle precedenti edizioni suggerisce, tra gli altri, tre temi che possono costituire le linee di sviluppo della manifestazione: il Problem Solving, le migliori pratiche di Collaborative Learning, la declinazione di figure e profili professionali per Competenze e relative Certificazioni.
E, non ultimo, ci sarà modo di approfondire in Didamatica quanto le nuove tecnologie (si pensi ad e-book, e-learning library, solo per fare esempi) possano influenzare positivamente il life long learning, sia in termini di riduzione dei costi della formazione permanente, sia, soprattutto, di riduzione ed ottimizzazione dei tempi di impegno dei lavoratori per il continuo mantenimento e miglioramento delle competenze professionali.

“Didamatica realizza un ponte di comunicazione tra il mondo della scuola, della formazione e della ricerca, nei contesti pubblici e privati, proponendo e incentivando un uso consapevole delle Tecnologie Informatiche.” ha dichiarato Rodolfo Zich, Presidente di AICA. “Si tratta di un convegno itinerante, che ogni anno è realizzato con la collaborazione di una diversa università italiana, per portare sul territorio la riflessione sulle tematiche tecnologiche nell’educazione a tutti i livelli. L’edizione di quest’anno è particolarmente significativa poiché coincide con la ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia”.

Chair del convegno quest’anno sono Claudio Giovanni Demartini, Politecnico di Torino, Alfio Andronico, Università di Siena, Rinaldo Ocleppo, Unione Industriale Torino, Rodolfo Zich, AICA.

Molteplici i temi di confronto e discussione selezionati, in particolare (ma non esclusivamente):

  • Storia della Scuola italiana dalle origini (Statuto Albertino) alla Scuola 2.0
  • Pedagogia dell’e-learning
  • Intelligenza artificiale, Interazione Persona-Calcolatore, Sistemi Adattivi nell’e-learning
  • Tecnologie Didattiche nell’insegnamento-apprendimento delle discipline; Piattaforme e Standard per l’e-learning
  • Progettazione e sviluppo di contenuti per l’e-learning
  • Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC) e Tecnologie Didattiche
  • Ambienti di apprendimento mobili (M-learning) e/o basati su televisione digitale (T-learning)
  • Tecnologie Informatiche e Didattiche per i diversamente abili
  • Valutazione delle Tecnologie Informatiche per la didattica
  • Tecnologie informatiche ai fini del bench-marking della qualità e dell’efficacia dell’attività formativa; Misura dei processi di formazione
  • Dalle “Scuole in Rete” alle “Reti di scuole”
  • Esperienze d’uso di Tecnologie Didattiche nei Progetti Operativi Regionali (POR) e Nazionali (PON)
  • E-Learning nella formazione iniziale, professionale e permanente
  • Tecnologie Didattiche e Competenze; Technology enhanced learning e formazione professionale
  • Ruolo delle Certificazioni Informatiche
  • Proprietà intellettuale nell’e-Learning
  • Comunità virtuali per l’apprendimento e la costruzione della conoscenza
  • CSCL – Computer Supported Collaborative Learning
  • E-learning basata su Web; Web 2.0; Web Semantico
  • Ambienti virtuali di apprendimento e mondi 3D
  • Applicazioni della Project & Problem-based Learning
  • Didattica ludica: giochi, simulazioni, business games e serious games
  • Esperienze d’uso dei linguaggi di programmazione nella formazione scolastica

Tutti gli interessati a partecipare potranno inviare le proprie proposte entro il 7 marzo prossimo secondo le indicazioni fornite al seguente indirizzo: http://didamatica2011.polito.it/

I contributi inviati saranno sottoposti alla valutazione del Comitato Scientifico.

{lang: 'it'}

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>