Corso gratuito su Arduino
 

Per proteggere i bambini Bottone help sui siti

nov 18

Eccoci tornati, dopo un inizio settimana di fuoco tra mille attività: preparazione all’importante iniziativa di Ecolife di Biella, ammodernamento di un laboratorio di informatica con qualche problema per una linea ADSL Alice Business che non ne voleva sapere di funzionare ed ora sistemata, cablaggio di rete, qualche problemino disciplinare con qualche allievo, organizzazione del futuro corso “WordPress per la scuola”… insomma normale amministrazione.
Oggi riprendo le redini in mano e mi ha colpito tra le notizie che sto leggendo: “Network sites ‘need help buttons’ ” questa che forse per gli inglesi è normale amministrazione, ma per l’Italia è fantascienza, ovvero, riporto:

“I più importanti siti di social network sono stati criticati in quanto non hanno adottato il pulsante di aiuto per i bambini per segnalare situazioni di addescamento o bullismo sui siti.

non esiste nessun motivo per cui altri siti come MySpace e Facebook non facciano la stessa cosa”…

Jim Gamble del Child Exploitation and Online Protection Centre (Ceop) segnale che solo Bebo ha fino ad ora adottato la nuova strategia di protezione per i bambini…

Vi rimando all’articolo su sito della bbc, dove trovate anche un video.

Mi domando: “In Inghilterra prendono sul serio il problema ed in Italia cosa si fa?”
Se non qualche timida iniziativa, io non ho visto nessuna azione volta alla protezione su web dei nostri bambini con l’imposizione della presenza sui siti di una sezione dedicata alla segnalazione di eventuali abusi.

Se avete informazioni in merito sarò felice di pubblicarle.

{lang: 'it'}

One comment

  1. interessante, “rubo” il tuo appello e lo ripropongo sul mio blog.
    Ciao robottino

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>